Piano Urbano del Traffico – Presentata istanza all’Amministrazione comunale

 

Traffico e alternative

I Giovani di CittàInsieme hanno rivolto all’Amministrazione Comunale un’istanza scritta (ai sensi dell’art. 43 dello Statuto della Città di Catania e dell’art. 5 del relativo regolamento d’attuazione) in merito al Piano Urbano del Traffico le cui linee guida – a quasi tre mesi di distanza dal loro annuncio – non sono state ancora presentate in Consiglio Comunale.

***
Egr. Sig. Sindaco del Comune di Catania
Egr. Assessore Mobilità e Viabilità Ing. Alberto Pasqua

Lo scorso 19 novembre il Sindaco Raffaele Stancanelli e l’Assessore alla Mobilità Alberto Pasqua presentavano le linee guida del Piano urbano del traffico, un insieme di interventi volti ad introdurre nella nostra città una “mobilità alternativa”. In quell’occasione sono stati enunciati i principali criteri del Piano miranti a favorire la mobilità pedonale e ciclistica, a migliorare sia la sicurezza stradale che i mezzi pubblici ed a puntare sull’integrazione tra le diverse reti di trasporto senza tralasciare gli usi alternativi dell’auto (car pooling, car sharing, taxi collettivo).

Soluzioni di questo genere costituirebbero un vero e proprio toccasana per la nostra città. Innanzitutto perché verrebbe applicato quanto previsto dall’art. 36 del Codice della Strada, il quale fa obbligo della redazione del PUT ai comuni con popolazione residente superiore ai 30.000 abitanti. In secondo luogo perché rappresenterebbe un segnale di discontinuità nei confronti di uno scenario quotidiano caratterizzato da una frenetica spirale fatta di avventatezza, frastuoni e maleodori.

Catania è invasa da un’indecifrabile moltitudine di mezzi che ingolfano le strade (violando persino la Zona a Traffico Limitato), mettendo a dura prova il benessere psicofisico non solo degli stessi automobilisti ma anche dei residenti e dei passanti.

Al momento della presentazione delle linee guida del Piano si è parlato di comprensibili “tempi di realizzazione”. Il fatto è che a distanza di tre mesi non sono stati divulgati ulteriori spunti riconducibili al progetto in esame. Con questa istanza desideriamo sapere con maggiore precisione quali saranno non solo i contenuti del PUT ma anche le tappe ed i relativi tempi di attuazione.

I Giovani di CittàInsieme